|
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
unionearchitetti
  • News » Sicurezza sul lavoro

Check-List POS e PiMUS

Documenti fondamentali per la sicurezza sui cantieri

 


Check-List POS e PiMUS

11/05/2013 -  Il Comitato Paritetico Territoriale per la sicurezza sul lavoro di Firenze ha pubblicato due check-list con le quali è possibile controllare se i documenti della sicurezza siano stati elaborati in maniera opportuna.

 

Le due check-list individuano i principali contenuti del POS (Piano Operativo della Sicurezza) e del PiMUS (Piano di Montaggio, Uso e Smontaggio dei ponteggi metallici fissi), unitamente ai controlli più frequenti operati dagli Organi di Vigilanza sui cantieri.

 

Il POS è un documento in cui sono contenute tutte le misure di prevenzione e protezione da adottare nelle attività di cantiere al fine di salvaguardare la salute e l’incolumità fisica dei lavoratori. Il Testo Unico per la Sicurezza (D.Lgs. n.81/2008) prevede l’obbligo del datore di lavoro di un’impresa esecutrice di redigere il POS, che rappresenta un documento improntato alla praticità, efficacia e sicurezza.

 

Il PiMUS, invece, ha l’obiettivo di fornire istruzioni e progetti dettagliati per gli schemi speciali che costituiscono il ponteggio ed è messo a disposizione dell’addetto alla sorveglianza e dei lavoratori interessati. Nei lavori in quota il datore di lavoro è obbligato a redigere il PiMUS, nel quale vanno indicate e valutate le condizioni di sicurezza messe a punto attraverso l’adozione di specifici sistemi adottati per la realizzazione del lavoro.

 

Le due check-list, disponibili sul sito www.cptfirenze.it sono principalmente utili alle attività del professionista Coordinatore in fase di esecuzione, ma grazie a questi utili documenti anche gli altri operatori del settore (imprese, progettisti, direttori dei lavori) potranno verificare la correttezza di tutte le informazioni e le misure di sicurezza da riportare nella realtà lavorativa






Commenti (1)

giovanni frasso | 13/09/2013

Molto utili tutti i supporti che rendono più agevole il compito del coordinatore. Forse verrà un giorno in cui si penserà concretamente alla sicurezza dei lavoratori e meno alla produzione folle di cartame che nessun lavoratore edile leggerà mai

Pagine: 1

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!


UnioneArchitetti