|
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
unionearchitetti
  • News » Attualità

Come semplificare il rapporto tra Stato, imprese e cittadini

Le 8 proposte di Confprofessioni

 


Come semplificare il rapporto tra Stato, imprese e cittadini

17/11/2013 – Confprofessioni ha recentemente presentato al Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione Giampiero D’Alia le 8 proposte che, secondo la confederazione italiana dei liberi professionisti, potranno semplificare il rapporto tra Stato, imprese e cittadini.

«Il Ministro D’Alia – ha dichiarato il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella – ha mostrato una profonda attenzione alle proposte che scaturiscono dal mondo dei liberi professionisti che ogni giorno si confrontano con la Pubblica Amministrazione, cittadini e imprese […] ed le ha ritenute di grande interesse per implementare la strategia di semplificazione normativa ed amministrativa».

Queste le 8 proposte di Confprofessioni orientate prevalentemente alla semplificazione e allo snellimento degli iter burocratici.

Semplificazione normativa, da perseguire abrogando parzialmente la legislazione vigente e delegificando, ma anche raccogliendo i testi unici normativi per aree, in modo da offrire all'operatore un quadro normativo di agile consultazione.

Semplificazioni amministrative per le imprese attraverso la costituzione di Agenzie per l'impresa composte da professionisti specializzati di diverse aree professionali, accreditati dalla pubblica amministrazione sulla base della verifica di requisiti e di controlli periodici, cui affidare tutta l'attività di supporto, informazione e promozione dell'imprenditoria a livello territoriale.

Snellimento degli oneri attraverso il lavoro dei professionisti delle aree legali ed economiche, al fine di valorizzare le certificazioni tributarie effettuate dai commercialisti.

Snellimento degli oneri e semplificazioni normative nell'area del lavoro per valorizzare il ruolo delle Parti sociali nella gestione di importanti funzioni come l'incontro tra domanda/offerta di lavoro e sostegno al reddito.

Snellimento degli oneri attraverso il lavoro dei professionisti delle aree tecniche: ingegneri e architetti dovrebbero essere maggiormente valorizzati nella valenza pubblicistica del loro potere certificatorio ed autorizzatorio. Questi professionisti dovrebbero avere la competenza in materia di permessi edilizi e Dia/Scia , favorendo lo snellimento del lavoro degli uffici comunali e consentendo di effettuare controlli più efficaci ex post.

Snellimento degli oneri mediante attraverso il lavoro dei professionisti delle aree sanitarie per fronteggiare le necessità di assistenza specie per pazienti fragili.

Semplificazioni e Agenda digitale, lavorando alla creazione di banche dati informatiche Open Access grazie all’utilizzo dei Fondi Strutturali stanziati nell'ambito del Programma europeo per il periodo 2014-2020.

Istituzione di un Osservatorio sulle semplificazioni per un monitoraggio condiviso con la società civile e gli operatori professionali.

 






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!


UnioneArchitetti