mercoledì, Maggio 29, 2024
0 Carrello
Professionisti

Architetti e ingegneri italiani al lavoro in Tunisia

Dieci giovani ingegneri e architetti italiani, toscani per la precisione, sono impegnati in Tunisia all’interno del progetto di green economy Erejob

2.24KVisite

Dieci giovani ingegneri e architetti toscani hanno preso parte, martedì 19 maggio, al primo seminario di scambio euro-mediterraneo sui temi della Green economy, realizzato nell’ambito del progetto EGREJOB. A diffondere la nota è stata la stessa Regione Toscana, che oltre ad essere regione natia dei dieci giovani architetti e ingegneri e anche soggetto capofila del progetto, finanziato dall’UE nell’ambito del programma ENPI CBC MED, con l’obiettivo di costruire un sistema di incubazione delle competenze in materia di “lavori verdi”.

Gli studenti toscani, tutti provenienti dal mondo tecnico-accademico degli architetti e degli ingegneri, che stanno frequentando il laboratorio per diventare “Esperti di interventi energetici sostenibili a livello territoriale”, si sono confrontati sui differenti temi racchiusi nella definizione di Economia verde, assieme ai colleghi provenienti da Spagna, Tunisia e Libano.

L’attività prende le mosse dopo un’accurata fase di analisi delle caratteristiche e potenzialità del settore “verde” in ciascuna delle regioni coinvolte, alle quali si risponde con percorsi formativi differenti nei vari territori.

Il secondo e ultimo appuntamento è previsto a Sousse, sempre in Tunisia, per l’11-12 giugno al fine di rafforzare le competenze di architetti e ingegneri partecipanti e mettere a punto sinergie tra professionisti del settore, in vista dell’ingresso nel mercato del lavoro.

L’occupazione del settore all’interno dei confini europei risulta essere cresciuta del 20% a dispetto della recessione degli ultimi anni. Venti milioni di nuovi posti di lavoro potrebbero essere creati da qui al 2020, secondo recenti stime e proiezioni della Commissione Europea.

 

Di qui l’importanza di non farsi trovare impreparati a saper cogliere questa importante sfida per migliorare l’occupazione e la competitività della Toscana. 

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi