lunedì, Maggio 27, 2024
0 Carrello
Professionisti

Architetti & ingegneri italiani in gara per disegnare le torri di controllo del futuro

Ingegneri e architetti italiani dovranno sviluppare un modello costruttivo unico e riconoscibile su tutto il territorio nazionale,in palio 85 mila euro di montepremi

2.09KVisite

Architetti e ingegneri italiani si sfideranno per sviluppare  il prototipo delle moderne torri di controllo Enav. L’Enav ha lanciato negli scorsi giorni il primo concorso internazionale dedicato rivolto ad architetti e ingegneri per ideare le nuovi torri di controllo per gli aeroporti italiani.

Il concorso mette in palio un montepremi di circa 85 mila euro. Ad essere premiati saranno i migliori progetti di torri di controllo realizzati da ingegneri e architetti, che si pensa arriveranno da tutto il mondo.

L’obiettivo è trovare la proposta che unifichi l’architettura delle torri italiane, oggi eccessivamente diversificata e poco identitaria.

Il progetto, secondo il bando visibile sul sito dell’Enav, dovrà necessariamente identificare al meglio l’immagine dell’ente per l’aviazione, oltre ovviamente a sviluppare soluzioni per la riduzione dei costi di costruzione, l’ottimizzazione delle future attività progettuali e costruttive e la razionalizzazione dei processi di manutenzione.

Per migliaia di architetti la sfida si annuncia difficile ma non per questo meno interessante e avvincente. Il progetto per la realizzazione delle torri di controllo del futuro può in un certo senso essere messo in paragone con la realizzazione dell’autostrada del sole.

Dalle strade asfaltate alle vie del cielo si potrebbe anche dire.

Le proposte, si può leggere nel bando, dovranno formare il vulnus di un vero e proprio prototipo tecnologico e costruttivo da utilizzare per la costruzione delle torri su tutto il territorio italiano.

Il concorso è a procedura aperta e si rivolge ad architetti e ingegneri in possesso dell’abilitazione professionale nel paese di appartenenza. I progetti migliori verranno acquisiti da Enav e potranno essere utilizzati con diritto di esclusiva.

I premi ammontano a:

40mila euro per il primo classificato,

25mila euro per il secondo

15mila per il terzo classificato

Ci sono inoltre 5mila euro per la menzione speciale.

Il termine per la presentazione delle proposte scade alle ore 12 del 24 febbraio 2015.

 

 

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi