venerdì, Luglio 3, 2020
0 Carrello
Fisco

Il Bonus Covid di 600 euro (mese di aprile) sarà erogato anche agli iscritti alle casse professionali

Esteso anche ai liberi professionisti iscritti alle casse professionali il bonus covid da 600 euro (per quanto riguarda il mese di Aprile 2020): modalità ed estremi per la richiesta.

Il Bonus Covid di 600 euro erogato anche a iscritti casse professionali
488Visite

La notizia era nell’aria già da alcune settimane, dopo diverse proteste da parte del mondo delle libere professioni il Bonus Covid da 600 è stato esteso anche ai liberi professionisti. A darne notizia è stato lo stesso Ministero del Lavoro che nelle scorse ore ha pubblicato sul sito web istituzionale il decreto interministeriale del 29 maggio 2020.

L’importo di 600 euro sarà erogato automaticamente, senza quindi bisogno di farne richiesta, sul conto corrente dei professionisti che hanno già ricevuto l’aiuto di 600 euro per il mese di marzo a titolo di aiuto per il mese di aprile 2020

Bonus 600 Euro Covid esteso anche ai professionisti iscritti alle casse professionali.

Del Bonus Covid per il mese di Aprile di cui hanno già usufruito le altre partite iva, erano stati esclusi non sono polemiche i professionisti iscritti alle casse private previdenziali. Con la pubblicazione del decreto interministeriale del 29 maggio 2020 il bonus covid è stato invece esteso anche a tutti i professionisti iscritti alle casse di previdenza professionale, compresi colori che si sono iscritti alle casse tra il 1° gennaio 2019 e il 23 febbraio 2020.

Quali sono i requisiti che i liberi professionisti devono avere per poter ricevere il bonus covid da 600 euro anche per il mese di Aprile?

Come regola generale; il bonus sarà erogato in caso di cessazione o di riduzione dell’attività professionale, intendendo con ciò:

  • che la “cessazione dell’attività”, debba essere intesa come l’azione di chiusura della partita IVA tra il 23 febbraio e il 30 aprile 2020;
  • che con il termine di “riduzione o sospensione dell’attività” deve invece intendersi una riduzione di almeno il 33percento del reddito rispetto al primo trimestre dell’anno precedente.

Come abbiamo già avuto modo di evidenziare il bonus covid da 600 euro verrà erogato in automatico a tutti coloro che hanno già ricevuto il bonus 600 euro per il mese di marzo 2020. Per quanto riguarda invece i professionisti che non avevano ancora richiesto il bonus devono dichiarare di essere liberi professionisti e di non essere titolari di pensione. Inoltre deve essere dichiarata dal professionista interessato la non percezione di altre e ulteriori indennità che potrebbero essere incompatibili con il bonus da 600 euro, di non aver richiesto ad altre casse previdenziali lo stesso bonus e di non aver percepito per l’anno 2018 redditi superiori ai 35mila euro (se si dichiara di aver subito genericamente perdite) e di non aver invece superato invece i 50.000 euro di fatturato nel caso di chiusura o riduzione del fatturato di almeno il 33 per cento.

E nel caso di iscrizioni ad una cassa previdenziale nel periodo compreso tra il 2019 e il 2020?

In caso di iscrizione tra il 2019 ed il 2020 è necessario dichiarare di non aver prodotto reddito professionale per gli importi compresi tra 35mila euro e 50mila euro, O di aver cessato l’attività tra il 23 febbraio ed il 30 aprile 2020.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi