domenica, Novembre 29, 2020
0 Carrello
AppaltiAttualità

Come semplificare i lavori pubblici: le tre proposte CNAPPC

Gli esperti del CNAPPC indicano come semplificare i lavori pubblici con tre semplici proposte facilmente applicabili e concretizzabili.

Semplificare i lavori pubblici: le tre proposte del Cnappc
187Visite

Semplificare i lavori pubblici è possibile. Dopo anni di discussioni e confronti è stato portato sul tavolo delle istituzioni un progetto per semplificare i lavori pubblici e migliorare il mercato dei lavori pubblici e delle infrastrutture.

“Siamo ben consapevoli – ha dichiarato il vicepresidente del CNAPPC Rino La Mendola – che la semplificazione dei lavori pubblici può essere una strategia efficace soltanto se le attività burocratiche semplificate sono accompagnate da una crescente qualità delle progettazioni e costruzioni.”

Parole, quella del vicepresidente La Mendola, che ci fanno ben comprendere la direzione indicata dal CNAPPC e che ci aiutano a capire l’importanza di una formazione professionale di base qualitativamente elevata.

Snellire e velocizzare le pratiche burocratiche non servirebbe a nulla se gli architetti (o i progettisti in genere) preposti ai lavori commettessero errori.

“Non servirebbe a nulla – continua La Mendola – accelerare le procedure di affidamento se poi i lavori si dovessero bloccare a “lavori in corso d’opera” per colpa di errori e imprecisioni di progettazione”

Come semplificare i Lavori Pubblici e rilanciare la centralità del progetto e migliorando le competenze professionali degli architetti e dei progettisti.

Le 3 proposte del CNAPPC per migliorare e semplificare i lavori pubblici.

Semplificare 360 gradi l’iter di esecuzione delle opere pubbliche. Tutti i processi di progettazione ed esecuzione dei lavori pubblici devono essere semplificati attraverso la composizione di un pacchetto complesso di emendamenti al Codice dei Contratti, in particolare pensando ai lavori caratterizzati da un importo inferiore alle soglie comunitarie;

Riportare (o portare) al centro dell’attenzione la figura dei concorsi di progettazione su due livelli.

Per semplificare i lavori pubblici è fondamentale Garantire la Qualità delle Opere Pubbliche (per comprendere l’importanza di questo punto è sufficiente guardarsi attorno e osservare la pessima qualità del costruito che ci circonda) e la riduzione del tempi per l’acquisizione e la costruzione.

Lo Stato deve porsi come promotore principale della ripartenza. Migliorare e semplificare i lavori pubblici in Italia non può prescindere dalla costituzione di un fondo (creato con almeno 50 milioni di euro) di rotazione per finanziare gli affidamenti dei servizi di architettura e ingegneria ai liberi professionisti.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi