sabato, settembre 21, 2019
0 Carrello
Attualità

Il BIM per costruire città sostenibili: seminario all’Università di Pescara

L’evento formativo è stato realizzato nell’ambito del Progetto europeo NET-UBIEP, Network for Using BIM to Increase the Energy Performance, coordinato da ENEA

Il BIM per costruire città sostenibili: seminario Università Pescara
168Visite

L’ENEA, in collaborazione con la Regione Abruzzo, lo scorso 28 giugno ha organizzato un seminario tecnico al Polo universitario di Pescara, dal titolo “Building Information Modeling: innovazione e nuove frontiere per infrastrutture e città sostenibili- Progetto NET UBIEP” con l’obiettivo di presentare la metodologia del Building Information Modelling (BIM), fornendo ai partecipanti una conoscenza di base.

Ad aprire i lavori è stato l’Assessore regionale con delega a Urbanistica e Territorio, Demanio marittimo, Paesaggi, Energia e Rifiuti, Nicola Campitelli insieme alla Dirigente regionale del Servizio Politica Energetica, Iris Flacco. Sono seguiti numerosi altri interventi: tra questi, quello di Giovanni Addamo, responsabile Laboratorio Area Regioni Centrali dell’ENEA, che ha ribadito il ruolo fondamentale della Pubblica Amministrazione per diffondere l’uso del BIM in modo corretto. L’evento formativo è stato realizzato nell’ambito del Progetto europeo NET-UBIEP, Network for Using BIM to Increase the Energy Performance, coordinato da ENEA, che ha l’obiettivo di aumentare le prestazioni energetiche degli edifici stimolando e promuovendo l’uso del Building Information Modeling (BIM) durante il ciclo di vita di un edificio: dalla fase di progettazione alla costruzione, gestione, manutenzione, ristrutturazione, per arrivare, infine, alla demolizione.

La ricercatrice Anna Moreno, del Dipartimento Efficienza energetica dell’ENEA, coordinatrice di Net-UBIEP, ha sottolineato fra l’altro come il BIM non sia più uno strumento per la sola progettazione di edifici, ma costituisca il nuovo strumento per progettare, realizzare, gestire e effettuare la manutenzione di edifici e infrastrutture di superficie e del sottosuolo in modo più efficiente. Per mettere a frutto le potenzialità del BIM, occorre che tutti i tecnici della filiera delle costruzioni siano pronti ad acquisire nuove competenze che siano integrate anche con l’obbligatorietà dell’introduzione dei criteri di performance energetica degli edifici per una migliore qualità del progetto e per un costo di manutenzione e gestione inferiore.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi