sabato, Maggio 25, 2024
0 Carrello
Eventi

L’architettura al servizio del primo settore

A San Pietroburgo la quinta edizione del Design Week: architettura e agricoltura al centro della discussione

1.81KVisite

Architettura “verde” per creare oasi naturalistiche urbane, parchi e aree attrezzate, lottizzazioni dotate di giardini privati coltivati a orto, l’argomento cosi come si può leggere nella news riportata dall’agenzia stampa italiana Agrpress è stato al centro dell’importante evento internazionale design Week di San Pietroburgo.

L’importante appuntamento d’architettura, giunto quest’anno alla quinta edizione, ha coinvolto numerosi professionisti del settore intervenuti presso prestigiose sedi istituzionali: tra questi l’architetto italiano Massimo Roj che ha presentato il progetto CMR.

Una passione ecologica, possiamo quasi dire che pervade il mondo dell’architettura, un trend che partito da Mosca farà tappa nelle prossime settimane nella capitale francese.

Parigi infatti, e con lei buona parte del mondo culturale europeo,iIn attesa della ‘Conferenza sul Clima 2015’, organizza, presso la sede parigina della Columbia Global Centers, l’intervento dell’architetto paesaggista Thomas Woltz.

Come si può vedere quindi sono diverse le iniziative, anche facenti parte dell’universo dell’architettura, che ruotano intorno al tema, e che chiamano a raccolta i professionisti del settore: sui tavoli da lavoro si depositano relazioni e il confronto tra le varie esperienze diffonde nuove filosofie di vita, per urbanizzazioni che offrano nuove prospettive metropolitane.

Ma cosa si intende per architettura del paesaggio, quale importanza può rivestire in un ottica di rigenerazione urbana e sfruttamento consapevole del territorio?

L’architettura del paesaggio è quella branca dell’architettura che regola, disciplina e cerca di indirizzare lo sviluppo di un’urbanistica intelligente. Tra gli scopi principali è giusto ricordare l’obiettivo di operare una riqualificazione urbana attuando piani operativi verdi che applichino sul territorio nuovi concetti edilizi tesi alla tutela dell’ambiente.

Questo tipo di atteggiamento di progettazione nasce soprattutto negli ultimi decenni, come conseguenza del progressivo deteriorarsi delle condizioni di vita nelle grandi megalopoli. Come risposta si è quindi cercato di progettare il futuro degli insediamenti abitativi a partire da un sistema di trasporto integrato e da un parallelo sviluppo delle piste ciclabili.

Interventi che secondo i dettami dell’architettura del paesaggio che stiamo esaminando vanno di pari passo con la graduale eliminazione dello sviluppo edilizio suburbano per la realizzazione di quartieri compatti, una pianificazione di un tipo di agricoltura urbana, vista da molti come la nuova frontiera eretta dall’architettura contemporanea alla ricerca di nuovi concetti del costruire.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi