domenica, Giugno 23, 2024
0 Carrello
Urbanistica

Riqualificazione urbana: l’Umbria presenta il nuovo “piano regolatore” regionale

Un testo unico che punta alla semplificazione ed ottimizzazione dei procedimenti edilizi e che incentiva la riqualificazione urbana

2.16KVisite

Oltre 600 articoli, 20 leggi, 273 articoli, un testo unico che mira a coordinare la riqualificazione urbana nella regione Umbria

Il nuovissimo testo unico, stilato per agevolare la riqualificazione urbana di un territorio splendido ma ricco di particolarità, è stato approvato dall’assemblea regionale dell’Umbria con 24 voti favorevoli e 2 astenuti, Il documento che punta ad ottimizzare i procedimenti edilizi e urbanistici, riducendo tempi e costi, favorendo anche l’applicazione di servizi telematici.

Un importanza espressa chiaramente dalle forze politiche di governo “Uno degli atti più rilevanti della nostra legislatura, il testo andrà ad incidere profondamente su un settore fondamentale per lo sviluppo e l’economia della Regione, come quello della riqualificazione urbana” ha pubblicamente affermato la presidente Catiuscia Marini  “Abbiamo voluto evitare la riproposizione della logica dei piani a cascata Da oggi in poi la Regione si occuperà del Programma strategico territoriale con funzioni programmatiche e senza alcun intendimento prescrittivo e del Piano paesaggistico regionale, quale strumento unico di tutela, valorizzazione e corretto inserimento paesaggistico sul territorio delle opere dell’uomo. Le Province si occuperanno del Piano territoriale di coordinamento con funzioni di coordinamento della pianificazione locale; i Comuni del Piano regolatore generale, quale strumento che prenderà atto delle invarianze stabilite dai piani sovraordinati e dei piani di settore, con ampi poteri di disegnare, realizzare e riqualificare la città esistente e quella futura.”

 

 Ma le novità non si esauriscono alla riqualificazione urbana .

Pur essendo un settore in espansione, come confermano i dati sulla frequenza ai corsi obbligatori di formazione sul riuso urbano certificati dagli ordini professionali, il settore della riqualificazione urbana non è l’unico ambito in cui la giunta regionale dell’Umbria ha introdotto delle novità.

Novità infatti si registrano anche riguardo al Durc, per cui è stata prevista l’eliminazione del pagamento degli oneri di urbanizzazione per chi avvia un’opera di riqualificazione di un immobile nei centri storici. Premialità ulteriori ci sono anche per chi mette in sicurezza sismica gli immobili.

 

 

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi