sabato, Ottobre 24, 2020
0 Carrello
Edilizia

Superbonus 110. Operativi i decreti sui requisiti tecnici e su modelli asseverazione

Modelli asseverazione e requisiti tecnici: pubblicati in gazzetta ufficiale i decreti legge che definiscono modalità di accesso alle agevolazioni fiscali e specifiche dei modelli asseverazione

Superbonus 110. Operativi i decreti sui requisiti tecnici e asseverazione
286Visite

Requisiti tecnici e su modelli asseverazione. Il superbonus 110% è la notizia regina nel panorama dell’edilizia e della progettazione. Dopo settimane, dove “fazioni” di progettisti e costruttori si sono scontrati sui pro e sui contro del superbonus 110 per cento, lunedi 5 ottobre sono finalmente stati pubblicati i tanto attesi decreti attuativi del Ministero dello Sviluppo Economico che illustrano nero su bianco i “Requisiti tecnici per l’accesso alle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici” e i “Requisiti dei modelli asseverazioni per l’accesso alle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici“.

Con la pubblicazione, ha dichiarato il Mise in una nota stampa ufficiale, i decreti introdotti dal Decreto Rilancio relativi a Superbonus 110% e Sismabonus 110% sono ora pienamente operativi e i lavori di efficientamento energetico, adeguamento alle norme antisismiche, installazione di impianti fotovoltaici e di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

Inoltre, fondamentale, risulterà essere l’introduzione all’interno dei decreti delle specifiche e dei requisiti per accedere alle agevolazioni fiscali previste dal superbonus 110% e sopratutto le modalità e i modelli asseverazione da utilizzare per comunicare agli enti preposti i lavori che dovranno essere eseguiti.

La pubblicazione dei decreti rappresenta la conclusione di un lungo percorso burocratico che in questi mesi è stato portato avanti da Mise, Mef, Mattm e Mit insieme agli uffici della Presidenza del Consiglio e al resto del Parlamento.

L’idea, che ha mosso i Palazzi romani, è quella di agevolare la ripresa dei settori economici legati a doppio filo con il mercato del mattone e con l’edilizia. Agevolare la ripresa e favorire tutti i cittadini (anche quelli che apparentemente hanno meno disponibilità economiche immediate) interessati a fare svolgere sui propri immobili interventi di riqualificazione energetica.

Fruizione diretta delle detrazione, sconto diretto in fattura o cessione del credito?

A partire dal 15 ottobre 2020 sarà possibile inviare all’Agenzia delle Entrate la comunicazione per indicare la scelta opzionale se optare per una “fruizione diretta della detrazione fiscale, per uno sconto da parte dei fornitori dei beni e servizi o, in alternativa, per la cessione del credito”.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi