lunedì, Maggio 27, 2024
0 Carrello
Eventi

Expo 2015, presentato al castello sforzesco il padiglione Ungheria

Domenica 15 Marzo nella suggestiva cornice del Castello Sforzesco di Milano è stato presentato al pubblico il padiglione per l’Expo 2015 dello stato ungherese.

2.23KVisite

Fervono i preparativi per l’Expo 2015, l’ambiente milanese e italiano si scalda. Preparativi che procedono di pari passo con le polemiche.

Polemiche che apparentemente non stanno toccando l’allestimento dei padiglioni nazionali, anche se voci non confermate sembrano affermare che i padiglioni di Russia e Israele non saranno ultimati in tempo per l’inaugurazione. Le presentazioni a stampa e pubblico si susseguono incessanti , domenica è stato il turno, nella cornice medioevale del Castello Sforzesco del padiglione realizzato dall’Ungheria per l’Expo 2015.

Il tema scelto dai magiari per l’esposizione internazionale di Milano è “Dalla fonte più pura”, un tema con cui Budapest intende sottolineare l’importanza “della salubrità del cibo, di uno stile di vita sano e della necessità di garantire la sicurezza alimentare e la biodiversità per le generazioni future”.

“Il nostro Padiglione metterà a disposizione del pubblico un ricco materiale per la lotta contro due grame questioni del mondo odierno, ovvero la mancanza di acqua potabile e il diritto a una sana nutrizione” ha affermato Géza Sz?cs, Commissario Generale per l’Expo 2015 nominato dal Governo Ungherese “il Padiglione Ungheria vuole divulgare l’immagine affascinante del nostro Paese, e far conoscere la sua ricchezza idrica e le sue fonti termali”

Nel corso dei quasi sette mesi in cui sarà possibile visitare l’area del padiglione ungherese i visitatori potranno “consumare diverse pietanze culturali”. Mostre ed eventi ospitati dal Padiglione Ungheria toccheranno diversi punti:

– tradizioni alimentari ungheresi,

– relazioni storiche italo-ungheresi

– diversi temi di cultura contemporanea

Ma tutto il programma sarà incentrato ad offrire un insieme completo ed emozionante dei valori che definiscono la vera identità ungherese.

La struttura del padiglione realizzato per l’Expo 2015è stato realizzato ispirandosi all’Arca di Noè ed è stato ideato, combinando elementi antichi e naturali,  dal Direttore artistico Sándor Sárkány. Sviluppato su tre piani, su lotto di 1.910 metri quadri, il Padiglione riunisce in un’unica struttura forme e materiali che rappresentano le linee principali dell’architettura ungherese, granaio, silos rurali, stalle, secondo i principi dell’architettura organica. I visitatori del Padiglione ungherese entreranno in contatto con le fonti termali e le acque curative locali, con le coltivazioni naturali, grazie a un giardino a cielo aperto posto ultimo piano della costruzione e che ospiterà la coltivazione di 33 tipologie di frutta, verdura ed erbe mediche, e il regno dell’uva e del vino.

Nei sei mesi di Expo 2015 chi si recherà al Padiglione Ungheria avrà la possibilità di degustare il miele ungherese, il tipico liquore alla frutta (pálinka), il rinomato fegato d’oca e l’autentica gastronomia ungherese.

 

 

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi