sabato, Maggio 30, 2020
0 Carrello
Attualità

Michael Hertz, padre della mappa della metropolitana di New York City, morto a 87 anni

Michael Hertz, il cui studio di progettazione ha realizzato la mappa della metropolitana di New York City, è morto. Aveva 87 anni.

Michael Hertz, padre della mappa della Metro di New York, morto a 87 anni
255Visite

Michael Hertz è morto per cause naturali il 18 febbraio presso il Nassau University Medical Center di East Meadow, New York, ha detto suo figlio.

“Nei circoli delle mappe di transito, Mike era un gigante”, ha dichiarato Chuck Gordanier, capo del marketing e della pubblicità della Metropolitan Transportation Authority di New York. “Tutti i newyorkesi portano ben chiara in testa un’immagine della mappa della metropolitana di New York realizzata da Mike Hertz.”

Una versione della mappa realizzata da Hertz e dai suoi collaboratori è ancora in uso oggi, con vari aggiornamenti e miglioramenti apportati dalla sua adozione ufficiale nel 1998, secondo l’MTA.

“I progetti di Mike hanno guidato milioni di nostri clienti e la sua eredità vive nella mappa della metropolitana di oggi. Una mappa che si basa sul suo lavoro e che viene continuamente aggiornata”, ha detto Gordanier.

Michael Hertz ha sviluppato e progettato la mappa della metropolitana di New York con il contributo di un comitato di esperti. Il progetto ha inoltre contribuito a semplificare la comprensione del servizio di metropolitana, secondo l’MTA.

Hertz è anche noto per il suo lavoro alla Walt Disney e per la progettazione della grafica per le Olimpiadi estive del 1996 ad Atlanta.

Chi era Michael Hertz?

Michael Hertz Associates (MHA) è una società di progettazione grafica di New York City, nota soprattutto per il suo design, datato 1979, della mappa della metropolitana di New York City e dei sistemi di segnaletica per stazione e metropolitana.

La mappa del 1979, con alcune modifiche, rimane in uso oggi. L’azienda è specializzata in mappe e grafica ambientale per sistemi di trasporto di massa.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi