lunedì, Aprile 15, 2024
0 Carrello
Professionisti

Tendenze arredo e interior design 2024

Tendenze arredo 2024, un mix di stile etnico e richiami eco e naturali. Breve guida per interior designer

Tendenze arredo e interior design 2024
521Visite

Le tendenze abitative per il 2024 si orientano verso un’affascinante fusione di stili e un marcato approccio green, evidenziando l’importanza crescente della sostenibilità e della funzionalità nell’arredamento e nel design degli interni. L’utilizzo di materiali sostenibili ed eco-compatibili diventa una priorità, riflettendo una consapevolezza ambientale sempre più diffusa tra i consumatori. In parallelo, la necessità di ottimizzare gli spazi abitativi spinge verso la creazione di ambienti flessibili e multifunzionali: tavoli che si trasformano facilmente in scrivanie, divani dotati di contenitori integrati e letti con cassetti nascosti per lo stoccaggio sono solo alcuni esempi di come il design si adatti alle esigenze di spazio e praticità della vita moderna.

  1. Tendenze arredo 2024, una doppia anima tra innovazione e tradizione.
  2. Stile etnico, materiali naturali e tradizioni.
  3. Eco-design e richiami naturali
  4. Spazi flessibili e multifunzione
  5. Colori: non solo Peach Fuzz
  6. Sei un architetto? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Tendenze arredo 2024, un mix di stile etnico e richiami eco e naturali. Breve guida per interior designer

Nel 2024 il minimalismo continua a essere una corrente dominante, ma si arricchisce di nuove sfumature, abbracciando un’estetica pulita e raffinata che non rinuncia alla calore e alla personalità. Gli interni si liberano dall’adesione a uno stile unico e predefinito, favorendo invece una sperimentazione audace e creativa di combinazioni, talvolta sorprendenti, che riflettono l’individualità dei loro abitanti. Questa tendenza alla personalizzazione segna un distacco dalle convenzioni tradizionali e apre le porte a un’interpretazione più libera e eclettica dello spazio domestico, dove il comfort si incontra con l’estetica in maniera armoniosa e sostenibile.

Tendenze arredo 2024, una doppia anima tra innovazione e tradizione.

Nel 2024, l’arredo di interni abbraccerà una doppia anima che vede, da un lato, il ritorno dello stile etnico, caratterizzato da nuances sui toni della terra e dall’uso di materiali naturali, e dall’altro, una tendenza alla fusione innovativa di materiali, elementi d’arredo, forme e trame geometriche ispirate a diverse culture ed epoche. Questa combinazione darà vita a soluzioni di design uniche, capaci di creare ambienti di alto impatto visivo e di forte personalità.

Stile etnico, materiali naturali e tradizioni.

Lo stile etnico, con il suo richiamo alla natura, ai colori caldi e alle texture organiche, invita alla creazione di spazi che parlano di viaggi, tradizioni lontane e connessione con la terra, offrendo un senso di accoglienza e calore. Materiali come il legno, il rattan, la terracotta e i tessuti naturali saranno protagonisti, contribuendo a creare un’atmosfera autentica e rilassata.

Parallelamente, l’approccio alla fusione di elementi provenienti da differenti contesti culturali e temporali stimolerà una libertà creativa senza precedenti nel mondo del design di interni. Questa tendenza si tradurrà in una varietà di combinazioni inaspettate, dove il moderno può incontrare l’antico, il geometrico può fondersi con l’organico, e il minimalismo può coesistere con dettagli opulenti, creando spazi dinamici e ricchi di contrasti.

In questo scenario, il design d’interni diventerà un vero e proprio terreno di espressione personale, dove ogni elemento d’arredo contribuirà a raccontare una storia unica, riflettendo la personalità e le inclinazioni estetiche dei suoi abitanti. L’arredo del 2024 promette quindi di essere un viaggio entusiasmante attraverso stili, materiali e culture, all’insegna della sostenibilità, della funzionalità e dell’innovazione.

Eco-design e richiami naturali

Nel 2024, la tendenza decorativa si orienta fortemente verso la ricerca di una connessione con la natura, facendo dei suoi elementi una fonte inesauribile di ispirazione creativa. Questo approccio mira a creare ambienti domestici che non solo riflettano un’identità green, ma che siano anche capaci di offrire un’esperienza di accoglienza e unicità in ogni stanza, celebrando la bellezza delle imperfezioni naturali per conferire agli spazi un carattere distintivo e diversificato.

In questo contesto, il gres porcellanato ispirato al legno emerge come uno dei materiali di rivestimento più apprezzati, grazie alla sua capacità di fondere l’estetica calda e ricca di dettagli dei listelli di legno – come nodi e segni distintivi – con le proprietà tecniche superiori e la resistenza del gres porcellanato. Questa sinergia tra colore e design permette di portare nelle abitazioni essenze rare e pregiate da diverse parti del mondo, interpretando le infinite variazioni del legno, il materiale naturale per eccellenza, in modi nuovi e sorprendenti.

Attraverso l’uso di materiali che evocano la natura e la sua diversità, il design d’interni del 2024 punta a creare spazi che non solo siano esteticamente piacevoli, ma che rispecchino anche un impegno verso la sostenibilità e il benessere, promuovendo un’atmosfera di tranquillità e connessione con l’ambiente naturale.

Spazi flessibili e multifunzione

Le tendenze dell’arredo per il 2024 mettono in evidenza un crescente bisogno di spazi abitativi flessibili e multifunzionali, in grado di adattarsi a diverse necessità senza la necessità di costruire muri fisici. Elementi come librerie che si trasformano in pareti scorrevoli, mobili modulari, quinte sceniche, soppalchi e soluzioni che collegano l’interno con l’esterno sono alcune delle soluzioni creative per progettare ambienti versatili e funzionali.

In questo contesto, il colore assume un ruolo chiave nella definizione degli spazi, permettendo di creare separazioni visive che delimitano le diverse funzioni all’interno di uno stesso ambiente. Tra le tonalità di spicco per il 2024, il Peach Fuzz emerge come il colore selezionato da Pantone per caratterizzare l’anno. Questa nuance di pesca, delicata e accogliente, si rivela particolarmente versatile, adattandosi armoniosamente a una vasta gamma di stili di arredo, dai più tradizionali ai più contemporanei e minimalisti, conferendo agli spazi un aspetto fresco e rinnovato.

Colori: non solo Peach Fuzz

Nel 2024, il colore Pantone del momento, Peach Fuzz, sarà sicuramente al centro dell’attenzione nell’arredo e nel design di interni, ma non sarà l’unico protagonista. Secondo il settimo report annuale di 1stDibs, frutto di una ricerca condotta tra 624 interior designer di tutto il mondo, si prevede un marcato interesse verso le nuance terrose, destinate a vivere un autentico boom di preferenze.

Tra le varie tonalità, quelle del verde come il verde salvia, il marble green e il deep sea emergeranno come le più amate nel 2024, superando le precedenti favorite sfumature gioiello, quali il rosso acceso, il giallo neon e l’arancione. Questo cambio di tendenza evidenzia un ritorno alle tonalità più naturali e rilassanti.

Il marrone scuro, in particolare il tono cioccolato, si posiziona altrettanto in alto nelle preferenze, sopravanzando tonalità come l’arancione bruciato, il giallo senape e il marrone chiaro. La palette cromatica di riferimento per il prossimo anno sembra richiamare direttamente gli anni Settanta, con una predilezione per colori profondi e avvolgenti.

Per quanto riguarda i blu, l’azzurro Tiffany, insieme al blu cobalto e al petrolio, guadagnerà popolarità superando il classico navy. Invece, la famiglia dei viola, e in particolare il lilla, sembra perdere terreno, confermando la tendenza verso una scelta di colori che evocano la natura e offrono una sensazione di calma e comfort.

In sintesi, il 2024 vedrà una forte inclinazione verso una gamma cromatica ispirata alla natura, con una netta preferenza per colori che promuovono serenità e benessere negli ambienti domestici, rievocando al tempo stesso un senso di nostalgia con richiami agli anni Settanta.

Sei un architetto? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNAPPC.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi