lunedì, Settembre 23, 2019
0 Carrello
Bandi

Concorso di progettazione complesso scolastico Carracci Bologna

Tiarstudio e abp architetti si aggiudicano il concorso di progettazione bandito il 14 novembre 2018 dal Comune di Bologna, in collaborazione con Inarcassa, Fondazione Inarcassa, e con gli ordini professionali di Architetti e Ingegneri di Bologna, che si è svolta sulla piattaforma informatica sviluppata dall’Ordine Architetti

Concorso di progettazione complesso scolastico Carracci Bologna
269Visite

“Sostenere e diffondere una nuova cultura della qualità del costruire, in tutti i suoi molteplici aspetti – dichiara il Presidente di Fondazione Inarcassa Egidio Comodo – deve diventare un obiettivo primario di tutti gli operatori del settore per il futuro del nostro Paese, una precisa responsabilità nei confronti delle generazioni future. Fondazione Inarcassa ha consolidata esperienza nel processo di accompagnamento delle istituzioni, pubbliche e private, alla definizione delle modalità più consone ad individuare i migliori progetti che possano contribuire a far crescere il valore e la qualità del costruire, per far rivivere in qualche modo quello spirito artistico che ci ha consegnato nel tempo un patrimonio di ineguagliabile valore storico e architettonico, ammirato e invidiatoci da tutto il mondo. In questo contesto il Concorso di Progettazione del nuovo complesso scolastico Carracci, come gli altri che verranno, è un esempio di buone pratiche che, partendo dal tema molto sensibile dell’edilizia scolastica – conclude Egidio Comodo – determina una sperimentazione virtuosa e sinergica tra i diversi soggetti, atta a cogliere aspetti innovativi in diversi campi al fine di migliorare la qualità della vita di coloro che vivranno dall’interno, ma anche dall’esterno, questi nuovi spazi collettivi.

Tiarstudio e abp architetti si sono aggiudicati il concorso di progettazione bandito il 14 novembre 2018 dal Comune di Bologna, in collaborazione con Inarcassa, Fondazione Inarcassa, e con gli ordini professionali di Architetti e Ingegneri di Bologna, che si è svolta sulla piattaforma informatica sviluppata dall’Ordine Architetti

Nelle intenzioni dei progettisti la nuova scuola “offre un nuovo servizio alla comunità e valorizza il contesto circostante. La composizione architettonica del complesso, l’accessibilità, l’organizzazione degli spazi esterni, lo studio dei percorsi e l’integrazione di servizi aperti alla città, consentono al nuovo polo scolastico di essere parte integrante della vita della collettività, aprendosi in orari diversi da quelli scolastici e garantendo un rapporto sostenibile con l’esistente.

Il sistema costruttivo adottato per rispondere alle richieste del bando consente alte prestazioni dal punto di vista strutturale e ambientale: un telaio in calcestruzzo armato consente di risolvere il rapporto con le fondazioni e il terreno, mentre la struttura in elevazione è in legno, garantendo una vita utile dell’edificio di 100 anni, con prestazioni di massima sicurezza in relazione alle norme tecniche vigenti.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi